lunedì 3 febbraio 2020

Topic 2 del Forum: sentieri a pagamento?

Propongo io il tema del secondo topic del forum visto che sembra che, dopo l’entusiasmo iniziale, molti abbiano quasi “paura” di commentare e contribuire. Si tratta di una questione già proposta qualche volta ma applicata solo in pochissimi contesti che però, più o meno, hanno una loro ragione ad essere … mi riferisco all’imposizione di un pedaggio per percorrere determinati sentieri. 
A settembre scorso, in occasione della chiacchierata in merito ai tradizionali itinerari pedonali massesi, l'argomento fu tirato in ballo dal buon Franco Simioli che conosco da ben oltre 60 anni e con il quale condivido tante opinioni e impegni per le attività turistiche, ma non questa, come ebbi modo di dirgli nella succitata occasione. Ha riproposto l'idea pochi giorni fa e la potete ascoltare dalla sua stessa voce guardando il filmato pubblicato da Lello Acone a partire dal minuto 20:10, per un minuto circa. In pratica suggerisce agli Amministratori di far pagare un ticket a chi viene a godere dei panorami e della bellezza del territorio, similmente alla tassa di soggiorno.
Il più famoso sentiero a pagamento in Italia è senz'altro quello delle Cinque Terre (forse anche l'unico), oggettivamente sovraffollato, ma in altri casi simili non è stato usato il deterrente dell'imposizione di un pagamento bensì la prenotazione e numero chiuso. Così com’è sembra che siano più interessati a far soldi che a salvaguardare il sentiero. Tuttavia, è importante sottolineare che la Trekking Card delle 5 Terre non consente semplicemente l'accesso al sentiero più battuto (gli altri si possono percorrere liberamente) ma include trasporti, uso gratuito dei bagni nelle stazioni (altrimenti 1 euro) e altri vantaggi. 
Per quanto riguarda il territorio di Massa Lubrense, penso che i sentieri potenzialmente interessanti dal punto di vista economico siano solo quello per Jeranto da Nerano e per la Campanella da Termini, entrambi strade pubbliche comunali. Quindi penso che almeno i residenti non dovrebbero essere soggetti a pagamento; soluzioni per altri casi simili ma non legati all'escursionismo, si basano su zonazioni per aree (p.e. Penisola Sorrentina), provincia o addirittura regione intera. Ammesso e non concesso che possa essere legale far pagare per percorrere una strada comunale, secondo lo stesso criterio si potrebbe far pagare per una passeggiata lungo Corso Italia a Sorrento o per la discesa dal Mulino alla Spiaggia Grande di Positano.
E il periodo di esazione quanto dovrebbe durare? Sarebbe annuale, stagionale o solo nei week-end? E in quali fasce orarie? Pensano di chiudere i cancelli o tenere personale di controllo 24 ore su 24, 365 giorni l'anno? Vale la pena montare garitte lungo il sentiero e pagare i controllori? Quale sarebbe l’entità dei proventi?
A quelli che propongono cose simili ho sempre controbattuto che si potrebbe molto più semplicemente far pagare servizi effettivi. Per esempio, a Termini ci sono spesso vari grandi pullman parcheggiati per molte ore (anche su strisce blu senza pagare un solo euro) e creano una gran confusione visto che da quella "piazza" (un breve tratto di strada un po' più largo) passano anche gli autobus di linea della SITA, il bus rosso, il trenino e talvolta anche il tram. Ad Amalfi gli autobus devono prenotare il posto e (l'anno scorso) 2 ore di sosta costavano €180; a Positano NCC e minibus pagano anche per il solo transito. Con sistemi simili si possono incassare in modo assolutamente legale e trasparente discrete cifre senza aver bisogno di personale dislocato lungo il sentiero ed evitando di tassare quelli che vengono con i mezzi pubblici, mezzi propri o a piedi (e quindi i locali). Per il controllo ci sarebbe anche un possibile problema di privacy: nel caso l’idea fosse messa in pratica, inevitabilmente si dovrebbero determinare delle esenzioni per residenza … e chi controllerebbe i documenti? E quali sarebbero quelli accettati? A mia memoria, solo sulla carta d'identità compare il comune di residenza.

Sul tema dei servizi igienici pubblici (ultimo punto citato da Franco Simeoli) sono invece totalmente d'accordo, ma questo sarà argomento di un prossimo topic!

Nessun commento:

Posta un commento