domenica 6 ottobre 2013

Sentiero delle Sirenuse: imprecisioni, esagerazioni, fantasie e .... insinuazioni

Mi vedo costretto a fornire alcune precisazioni in merito alle notizie diffuse dal WWF, visto che, pur non citandomi direttamente, sono stato tirato in ballo.
Premetto (e preciso) che non entro nel merito della legge (che non è il mio campo), ma parlo solo in base a ciò che ho visto e che so, con l’idea che si dovrebbe sempre usare il buonsenso. Altrimenti, per esempio, si dovrebbe cominciare ad arrestare tutti i genitori che portano bambini piccoli sui motorini (anche due o tre alla volta), chi guida con bambini o cani vaganti nelle auto, ecc. e altre cose che mi sembrano ben più gravi.
Dopo aver commentato brevemente gli articoli su www.lelloacone.com e www.positanonews.com, stamane mi sono recato sul posto per rendermi conto di questo scempio “in una zona di massima valenza storica-paesaggistica-ambientale” (ma per qualunque posto della Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana fanno sempre lo stesso copia e incolla, 3 volte nell'articolo in questione).
Comincio con il titolo IL SENTIERO PEDONALE DIVENTA CARRABILE che fa presupporre che sia ora adatto al transito delle autovetture, ma quello che ho visto è talmente stretto e tortuoso che penso che più di un motorino o carriola a motore non possa passare, dovendo anche considerare la notevole pendenza.
Lo sbancamento di roccia consiste nella frantumazione di pochi spuntoni rocciosi che riducevano la larghezza della vicinale, già cementata da almeno 10 anni. Oltretutto questa è rappresentata sulla mappa catastale con una larghezza di almeno 2 metri per la maggior parte del percorso, ben più larga di come è ora.
realizzazione di un tracciato carrabile di alcune centinaia di metri … alcune significa almeno tre, ma la parte allargata (in alcuni punti) è solo di un centinaio di metri.
L'area rurale di Chiavazzano (Sorrento) si trova quasi completamente nel Comune di Massa Lubrense e molto più in basso; lo stesso dicasi per Borra.
… segnalazione di alcuni turisti (che nel seguire le cartine escursionistiche diffuse dalla Pro Loco si sono trovati con i piedi nel cemento appena colato!!!) Siamo certi che fossero turisti? Comunque, se fosse vero, dovevano essere dei veri imbecilli e oltretutto erano fuori da qualunque itinerario segnato …. o si vuole sostenere che la Pro Loco sbaglia nel fornire le cartine ai turisti?
Dopo un altro paio di paesaggistico-ambientale si passa all’immediato ripristino dello stato dei luoghi.
Quindi armiamoci di Loctite, Attack, Bostik o colla di pesce e riattacchiamo i pezzi di roccia.
Fatto salvo all’improvviso parlare in pompa magna dell’esistenza di un sentiero alternativo al celeberrimo Sentiero degli Dei: quello delle nostrane Sirenuse...
Ma il cemento (aggiunto in più punti per facilitare dei passaggi) sul celeberrimo Sentiero degli Dei non l’ha mai visto? Strano per uno così attento ….
tirato fuori come da un cappello magico, alla vigilia (è solo un caso?) di finanziamenti regionali di centinaia di migliaia di euro richiesti dalla pubblica amministrazione.
Come già scritto, visto che sono io il prestigiatore, sono contento per la notizia e spero che me ne diano una congrua parte … anche solo 50.000 (cinquantamila) mi andrebbero bene ... :-) 
IL WWF PREPARA UN DOSSIER SULL’INTERA AREA DEL PERCORSO “SIRENUSE”
Nel ribadire che il tratto oggetto di denuncia non fa parte del Sentiero delle Sirenuse, resto in trepidantissima attesa di leggere il DOSSIER SIRENUSE.

7 commenti:

  1. Senti, il mese prossimo, se non hai impegni, c'è una festa di bambini, non è che verresti a fare due giochini di prestidigitazione? paesaggistico-ambientali però!
    A.M.

    RispondiElimina
  2. grande giovanni!!! michele

    RispondiElimina
  3. Continua così, è solo l'inizio di un sentiero ripido e sconnesso, ma le tue capacità di porteranno al traguardo come sempre. Vittorio Acampora (Meginet)

    RispondiElimina
  4. rimani sempre il mio mito :-)
    Liberata

    RispondiElimina
  5. Soprattutto a fronte delle inopportune insinuazioni, ho molto apprezzato questo tuo post.
    Giannandrea

    RispondiElimina
  6. Le insinuazioni sono infatti la cosa piu' grave di tutto l'articolo, pieno com'era delle solite imprecisioni alle quali siamo abituati da tali fonti. Ha fatto bene GV ad utilizzare la sua solita ironia per smantellare il tutto frase dopo frase...R

    RispondiElimina
  7. la proloco non sbaglia a distribuire cartine correttamente segnalate , ma dovrebbe avvisare gli escursionisti , a maggior ragione ( ai turisti stranieri e di una cert eta" che praticano questi sentieri ) che non esiste nessuna segnaletica !!!!! ( vedi sentiero che da torca conduce alla localita" spina.....un saluto a tutti gli amanti della natura ........

    RispondiElimina